Saper investire

Investire 20.000 euro: Obbligazioni o Conti Deposito?

Investire 20.000 euro: Obbligazioni o Conti Deposito?

Dove Investire 20.000 euro? Sono meglio le obbligazioni o i conti deposito?

Devo Investire 20.000 euro ma non so cosa fare. Sono meglio i conti deposito o le obbligazioni?

La tua vita, in quanto risparmiatore, non è affatto facile in questo momento. Soprattutto se non hai grossi capitali. Perché? Perché le alternative scarseggiano, soprattutto se vuoi investire in modo sicuro senza farti spennare dalla tua banca che non vede l’ora di proporti i suoi fondi comuni di investimento ad alto costo.

Così le scelte si riducono a due sole alternative:

  • obbligazioni
  • conti deposito

Investire 20.000 euro in obbligazioni oggi non è saggio. I conti deposito sono più interessanti grazie ad una loro caratteristica unica.

Investire 20.000 euro in obbligazioni: pro e contro

Le obbligazioni sono prodotti finanziari che hanno due caratteristiche fondamentali:

  • pagano degli interessi periodici
  • hanno una scadenza alla quale rimborsano il capitale (sempre che l’emittente nel frattempo non sia fallito).

Investire in obbligazioni ha il duplice vantaggio di ottenere una remunerazione certa nel tempo (se a tasso fisso) o comunque “abbastanza certa” (se il bond è a tasso variabile) ed il capitale a scadenza. Ma c’è un problema.

Le Obbligazioni a breve scadenza rendono poco. Inoltre i titoli a lungo termine sono particolarmente rischiosi perché il loro prezzo di mercato oscilla parecchio con il risultato che dovendo liquidare il titolo prima della scadenza dello stesso rischieresti di perdere parecchi soldi.

Regola #1 – investi in obbligazioni a scadenza breve solo se il loro rendimento è superiore a quello di un conto deposito

Oggi, marzo 2015, i rendimenti delle obbligazioni sono prossimi allo zero, con il risultato che scegliendo dei bond i rischi che corri non sono adeguatamente compensati dai rendimenti ottenibili. Ecco perché puoi investire 20.000 euro in conti deposito se vuoi dormire sonni tranquilli.

I conti deposito: punti deboli e di forza

I conti deposito hanno il vantaggio di non possedere un valore di mercato. In altri termini il loro valore resta “almeno costante” durante la vita del contratto. 100 euro parcheggiati su un conto deposito sono sempre 100 euro, non potranno mai scendere a 90 in nessun caso.

Inoltre il tuo capitale è protetto dal Fondo Interbancario di Tutela che ti garantirà in caso di default della banca emittente (a differenza delle obbligazioni che non sono protette in alcun modo).

Lo svantaggio dei conti deposito è che IN TEMPI NORMALI essi rendono meno di un’obbligazione proprio perché danno maggiori garanzie. Quindi, sempre in tempi normali, dovesti investire 20.000 in questo modo:

  • conti deposito – se per te è più importante la sicurezza e vuoi poter ritirare i tuoi soldi in qualunque momento
  • obbligazioni – se sei disposto a correre qualche rischio e se vuoi tenere i titoli fino alla loro scadenza

Il tutto presuppone però il rispetto della seconda regola fondamentale:

Regola # 2 – per essere convenienti le obbligazioni devono rendere di più dei conti deposito

Dove Investire 20.000 euro oggi?

Nel momento in cui scrivo paradossalmente, le obbligazioni rendono meno dei conti deposito. Quindi non ha nessun senso acquistarle. Correresti dei rischi aggiuntivi senza essere pagato per farlo. Ragion per cui lascia che a comprare le obbligazioni sia il tuo vicino di casa che ha il portafoglio pieno dei titoli venduti dalla sua banca.

Tu privilegia i conti deposito: unirai così la sicurezza del capitale sempre disponibile al maggior rendimento.