Saper investire

Polizza Vita: un Investimento da Mare

Polizza Vita: un Investimento da Mare

Polizze Vita: Investimenti da… Gettare

La Polizza Vita è uno dei prodotti di investimento più pericolosi che tu possa incontrare durante la tua “carriera” di risparmiatore. Un Investimento da Mare ma non da Amare. Per due motivi…

Una polizza vita venduta al Mare (ma non in spiaggia). Assicurazioni Vita care che nascondono costi elevati. Questi sono i motivi per i quali farai bene a stare alla larga dalle polizze vita che le banche amano soprattutto ora che i tassi di interesse sono bassi ma potrebbero risalire.

Questo scenario, insieme con gli ottimi risultati ‘lordi’ ottenuti in passato, offre un alibi eccezionale per le banche che riescono a rifilare ai clienti assicurazioni vita che costano tranquillamente il 10% di spese di ingresso.

Polizza Vita (quasi) in spiaggia

Per vendere i prodotti finanziari occorrono particolari requisiti. Ad esempio solo le banche e le imprese di investimento possono farlo e se operano fuori sede devono avvalersi di Promotori Finanziari. E di solito un Promotore Finanziario fa solo quello, non svolge attività collaterali.

Puoi comprendere il mio stupore quando ho visto, presso l’amministratore condominiale del mio immobile sito in una località di mare, che era pure un Agente Assicurativo e può vendere polizze vita. Intendiamoci, per essere autorizzati alla vendita delle polizze vita è necessario essere iscritti ad un albo apposito (il RUI) tenuto dall’organo di vigilanza.

Non è quindi una cosa che “davvero possono fare tutti”…

La mia personale impressione però è che se posso sottoscrivere una polizza vita da una persona che amministra e vende case in una località turistica, qualche cosa non funziona. Questa persona avrà, di fatto, le stesse competenze di uno specialista che si occupa di investimenti?

La mia impressione è che il settore assicurativo abbia una tutela più leggera rispetto a quello finanziario. Quando, invece, dovrebbe avere una regolamentazione più severa perché i danni della assicurazioni vita possono essere davvero notevoli.

Ma se fino a qui abbiamo parlato solo di “apparenza” ora ci addentreremo nei numeri. E i numeri non mentono.

Prima di esaminare in dettaglio il funzionamento di una polizza vita permettimi di dirti perché nella newsletter per investire Trend e Strategie non troverai mai prodotti come questo:

  • le assicurazioni vita sono rigide, nel senso che è difficile uscire quando si vuole per colpa di lungaggini burocratiche e di costi
  • è possibile ottenere rendimenti molto più elevati di quelli offerti da un investimento assicurativo usando strumenti finanziari più facili, veloci da movimentare e redditizi.

Assicurazioni Vita: l’Acqua Miracolosa

Il motivo per cui le polizze vita sono molto vendute (non solo dagli amministratori di immobili ma da banche e compagnie) risiede nel fatto che rendono molto alla rete di vendita. Inoltre per ‘colpa’ di una lacuna della normativa i loro costi non devono essere esplicitati a meno che tu non ne faccia espressa richiesta.

Le polizze sono vendute come “acqua dei Miracoli” perché la storiella che ti viene raccontata suona pressappoco così:

Oggi i tassi di interesse sono bassi e nel tempo risaliranno (chi lo dice? – nota mia). Se investi in obbligazioni rischi di perdere con un rialzo dei rendimenti, quindi sottoscrivi una bella polizza vita che negli anni ha reso sempre circa il 4% e renderà ancora bene grazie al fatto che ha ottimi titoli in portafoglio.

Vero? No. Anzitutto gestendo in modo dinamico l’esposizione alle obbligazioni, come facciamo in Trend e Strategie, il rischio di subire perdite è davvero limitato e spesso compensato da altri prodotti finanziari che rendono di più.

In secondo luogo non dimenticare una cosa. I rendimenti sono applicati non al “versato” ma al premio netto ovvero il “versato meno i costi”. Un esempio ti farà comprendere la devastante potenza dei costi.

  • Polizza vita “tradizionale” con versamento di 1.000 euro l’anno
  • Rendimento medio annuo: 4%
  • Costi su ogni versamento: 10%

Ecco lo sviluppo delle prestazioni lorde:

assicurazioni vita

I PRIMI CINQUE anni servono solo a riprendere il soldi versati. Se porti la polizza a scadenza, solo per colpa dei costi, il rendimento passerà dal 4% annuo al 2,11% lordo. E non solo dovrai pagare le tasse ma se dovessi incassare prima la tua polizza vita non prenderesti i valori indicati nell’ultima colonna.

Ci sono, infatti, i costi di riscatto che penalizzano ulteriormente le uscite anticipate da contratti di questo tipo, riducendo ancora di più il valore netto ‘messo in tasca’.

Infine non è assolutamente detto che il rendimento futuro resti al 4%. Se ad esempio esso scendesse al 2% il rendimento lordo a scadenza per te sarebbe dello 0,09% perché avresti solo coperto i costi. A costi inferiori corrispondono rendimenti maggiori ma il concetto di fondo non cambia. La polizza vita è un investimento da non fare.

Il Bignami delle polizze vita

Ecco alcune semplici ma efficaci regole per non vedere i tuoi soldi bruciati nei contratti di assicurazione vita:

  • evitarli proprio, ci sono molti altri modi per mettere a reddito i propri risparmi senza per questo pagare costi così alti. Trend e Strategie è uno di questi modi anche se, per onestà, non è l’unico
  • se ci sei caduto dentro non chiedere il rimborso anticipato ma interrompi subito i versamenti e lascia che la polizza vada in scadenza
  • prima di sottoscrivere qualunque strumento di investimento informati sui costi (di ingresso, uscita e mantenimento) e sui rischi.